segreteria@contegiacomini.net

Inviaci una mail

+39 010 83 15 280

Chiamaci per una consulenza

Facebook

Search

Start-Up e PMI innovative – novità ed incentivi per il 2019

Conte & Giacomini Avvocati > Dirittto Civile  > Start-Up e PMI innovative – novità ed incentivi per il 2019

Start-Up e PMI innovative – novità ed incentivi per il 2019

The Budget Law 2019 and the Simplification Decree include, for innovative Start-up and PMI, some changes and simplifications. All the changes will take place only for the year 2019. For example, for innovative PMI there’ll be a deduction for IRES and IRPEF of 30%; for innovative Start-up the deduction for IRPEF and IRPEF will be 40%.

 La Legge di Bilancio 2019 e il Decreto Semplificazioni prevedono, per le start-up e PMI innovative, alcune novità e semplificazioni. Nel prosieguo, alcune delle principali.

Per le PMI innovative, la Commissione Europea ha accordato gli incentivi per gli investimenti nel capitale sociale ed ha regolato, per persone fisiche e giuridiche che investono in PMI innovative, una detrazione IRPEF del 30% dell’investimento, fino ad un massimo di 1 milione di Euro, ed una deduzione IRES, sempre del 30% dell’investimento, fino ad un massimo di 1,8 milioni di Euro.

Per le start-up innovative, la Legge di Bilancio introduce, per l’anno 2019, una serie di incentivi prevedendo, in particolare, il potenziamento delle detrazioni IRPEF e deduzioni IRES al 40% (aliquota applicabile anche alle start-up a vocazione sociale e per quelle riferite al settore energetico).

Anche in relazione agli investimenti nel capitale sociale eseguiti attraverso organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) o altre società di capitali (che investono prevalentemente in start-up innovative), sono previste agevolazioni; queste si avranno nei casi di conferimenti in denaro eseguiti sia in sede di costituzione di start-up innovativa, sia in sede di aumento di capitale sociale. Con la precisazione che, nel caso in cui tali investimenti fossero realizzati in favore di start-up innovative con sede all’estero ma che esercitano la loro attività in modo prevalente sul territorio italiano, con l’aiuto di un’organizzazione stabile, le facilitazioni si applicheranno solamente agli aumenti del fondo delle organizzazioni stesse.

Avv. Giulia Talamazzi