segreteria@contegiacomini.net

Inviaci una mail

+39 010 83 15 280

Chiamaci per una consulenza

Facebook

Search

Author: Avv. Nicolò Raggi

Conte & Giacomini Avvocati > Articles posted by Avv. Nicolò Raggi (Page 2)

Atti impositivi nulli se il Direttore ne ha delegato la sottoscrizione con incarico generico. Sui dirigenti “caso” chiuso?

The Court of Cassation held that, when the Director of the local Internal Revenue Service asks a colleague/employee to sign a notice of tax assessment on his behalf, the power of attorney can't be "generic". On the other hand, in spite of the recent rulings from the Court of Cassation, the form (generic or specific) of the power of attorney granted from one Director to another who is tasked with underwriting a notice of tax assessment, is still open for debate. Con tre pronunce, tutte pubblicate il 9 novembre, il S.c. ha: - (sentenza n. 22803, rel. Chindemi) stabilito, per la prima...

Continue reading

Voluntary si o voluntary no?

While the deadline for the operation of volountary disclosure is nearing, the last diehards are wondering whether it is worth to regularize their assets or not.    Con l’avvicinarsi della scadenza (30 settembre), sale anche la febbre da voluntary disclosure. La corsa alla regolarizzazione, comunque, procede lenta, dato che, al momento, l’adesione (che perlopiù riguarda i detentori di piccoli patrimoni) risulta ferma al 20% (v. Sole 24 Ore del 15 settembre). Si parla (non ostante la smentita governativa al question time del 10 settembre), non a caso, e con sempre maggiore insistenza, di una proroga, che estenda il termine fissato per la...

Continue reading

Lugano addio?

L’operazione voluntary disclosure non obbliga (formalmente) al rimpatrio fisico degli investimenti esteri non dichiarati. L’attuale regime di tassazione, tuttavia designa (di fatto) le banche italiane quale meta più semplice per i patrimoni in attesa di destinazione. La Svizzera, come noto, è leader mondiale nella gestione patrimoniale transfrontaliera. I numeri degli asset in gestione, infatti, superano quelli della Gran Bretagna e delle Isole del Canale, distaccando di gran lunga altre piazze finanziarie come Hong Kong, Singapore e il Lussemburgo (fonte Finma). Ecco perché le banche dei 4 cantoni, anche per evitare il possibile ripetersi dell’aggressione (fruttuosamente) effettuata dagli Stati Uniti alle loro...

Continue reading

Contenzioso «Falciani»: istruzioni per l’uso

di Nicolò Raggi - Avvocato in Genova, «Of Counsel» dello Studio Conte & Giacomini Abstract: La Commissione tributaria provinciale di Genova - insensibile ai precedenti della giurisprudenza di merito - ha convalidato gli esiti di una verifica tributaria fondata sulla cd. lista Falciani. Le motivazioni addotte dai giudici tributari, quando non scivolano in (sterili) valutazioni di «politica amministrativa», esprimono opzioni interpretative non condivisibili. Anzi, a ben vedere, la decisione, più che su argomenti giuridici, sembra riposare sul pregiudizio nutrito nei confronti dei contribuenti inclusi negli elenchi rubati. Preleva l'articolo: contenzioso Falciani istruzioni per l'uso...

Continue reading

Nel penale l’abuso del diritto “prende il volo”?

Our Supreme criminal court has just judged two very similar cases (concerning the importation of a plane in Denmark to be used in Italy) with a very opposite verdict. The one punished the abuse of vat benefit (the zero vat rate existing in Denmark), the other considered this tax avoidance criminally irrelevant. La sezione penale della Cassazione, a partire dalla nota pronuncia Gabbana (Cass. 12/7739), sta cercando di riordinare le idee sulla rilevanza o meno dell’abuso del diritto in campo penale tributario. La Corte, in particolare, nel tentativo di superare i (propri) precedenti sfavorevoli alla pubblica accusa, ha tracciato una linea...

Continue reading

Stop al Grande Fratello fiscale?

2013 will be remembered as the year of privacy. The unpopular “redditometro” has been rejected by Italian Courts and even blocked by our Data Protection Authority (DPA). The new features of the bank data archive have been conditionally accepted by the DPA. Even the so far unquestioned compatibility between right to privacy and audit of taxpayers’ bank account (performed by Tax authorities), is still under debate.   Il 2013 verrà ricordato (anche in ambito fiscale) come l'anno della privacy. Sia la magistratura sia l'Autorità di controllo dei dati personali ("Garante"), infatti, sono scese in campo per arginare la crescente invasione del Fisco...

Continue reading

C’è la finanza in studio? Opporre il segreto professionale non basta: occorre essere tempestivi

This year, Italian fiscal Authorities have planned to control over 3,000 tax advisors for the specific purpose of verifying their clients’ tax compliance. That is why it is even more interesting the fact that the Prosecutor of Genoa has recently confirmed that where legal privilege is promptly pleaded, “fishing expeditions” are likely to be successfully stopped. Mai come quest'anno gli Studi professionali hanno subito (e subiranno) visite mirate a misurare la fedeltà fiscale della propria clientela. Il dicembre scorso, infatti, la Guardia di finanza ha annunciato di aver programmato (per il 2013) ben 3000 controlli presso i consulenti tributari della Penisola...

Continue reading

La “231” si applica anche ai reati fiscali?

Intendo, anzitutto, ringraziare, anche a nome dello Studio Conte & Giacomini - di cui sono of counsel per la materia tributaria - il collega Santi di Paola. La sua relazione - intesa a investigare l’applicabilità del d.lgs. n. 231 del 2001 (“231”), quando il reato ascritto all’ente non risulti ricompreso nell’apposito elenco (artt. 24 e ss. 231) - è ricca di interessanti spunti. In particolare ho molto apprezzato la tesi secondo cui, pur nell’impossibilità di applicare tout court la disciplina231 in campo tributario, alcuni dei principi cardine di quest’ultima risultano, di fatto, funzionanti anche quando il reato compiuto dall’ente sia...

Continue reading

Ici (imu) nel porto di Genova: tutta colpa dell’Autorità portuale?

L’applicazione dell’ici (imu dal 2012) sui beni del demanio marittimo è aspramente avversata dagli operatori portuali di tutta Italia. Ne è prova il fatto che, da qualche anno, la battaglia dei terminalisti tiene banco nelle Commissioni tributarie. Nodo del contendere è il seguente: le aree in concessione per le operazioni d'imbarco/sbarco delle merci soggiacciono al tributo comunale? La risposta, in teoria, è semplice: no, recita la disciplina ici (adottata tout court da quella imu), se a Catasto esse risultano inquadrate nel gruppo “E”. Semplice direte voi. E invece non è proprio così. Il problema, infatti, è che, proprio sui criteri d’individuazione...

Continue reading

IMU nei porti – Niente IMU sul deposito del terminal portuale

di Nicolò Raggi - Avvocato in Genova, «of counsel» dello Studio Conte & Giacomini Abstract: Nella sentenza n. 19 del 2012 la Commissione tributaria provinciale di Savona ritiene che i capannoni adibiti a deposito oggetto di concessione a terminal (merci) portuali, in quanto utilizzati nel quadro della complessiva gestione dello scalo marittimo, non presentano «autonomia funzionale e reddituale» e devono quindi essere accatastati nella categoria E/1, con conseguente esenzione da ICI (oggi IMU). La pronuncia ha il merito di avere - di fatto - superato il principale ostacolo all’inclusione nel gruppo E dei terminal marittimi, mettendo da parte il principio che...

Continue reading