segreteria@contegiacomini.net

Inviaci una mail

+39 010 83 15 280

Chiamaci per una consulenza

Facebook

Search

Author: Giuseppe Giacomini

Conte & Giacomini Avvocati > Articles posted by Giuseppe Giacomini

Quadro Finanziario Pluriennale europeo 2021-2027, Next Generation UE, Recovery Fund: il Parlamento europeo, ancora una volta, interpreta il futuro dell’Europa.

In questo periodo si parla molto degli strumenti messi in campo dall’Europa per affrontare le ricadute sanitarie ed economiche del Covid-19 quale occasione per avviare concretamente un percorso indispensabile a fare del nostro continente la più forte e solida democrazia fondata sulla legge esistente al mondo. Si è tuttavia parlato poco o niente della Risoluzione del Parlamento europeo del 23 luglio sulle conclusioni della riunione straordinaria del Consiglio europeo del 17-21 luglio 2020 in Bruxelles. Al contrario, questo documento del Parlamento UE merita la massima attenzione e, ancora una volta, conferma che le future riforme della governance europea dovranno tenere conto del...

Continue reading

Il Green Deal della Commissione UE è la vera opportunità per l’Italia

Il Recovery and Resilience Facility per 560 miliardi (sussidi e prestiti di scopo) ed il Solvency Support Instrument per 31 miliardi (sostegno alle imprese),che si aggiungono al Fondo SURE (anti disoccupazione), alla nuova , temporanea disciplina UE in materia di Aiuti di Stato, al poderoso Quantitative Easing della BCE denominato Pandemic Emergency Purchase Programme (PEPP), alla linea MES di finanziamento allo 0,1% e senza condizionalità, salva la destinazione delle risorse a investimenti connessi al sistema sanitario, costituiscono una mole impressionante e non scontata di interventi economici che la Commissione europea,spinta dalla moral-political suasion dal Parlamento e dalla BCE (gaffes comprese),...

Continue reading

Osservazioni sulla sentenza della Corte Costituzionale tedesca del 5 maggio 2020.

Il 9 maggio ricorre il 70° anniversario dalla Dichiarazione Schuman sull’Europa. L’allora Ministro degli Esteri francese Robert Schuman, uno dei padri fondatori dell’Europa, proponeva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA),promossa da Francia e Germania ed alla quale aderirono Italia,Paesi Bassi,Belgio e Lussemburgo, che sarebbe stata istituita col Trattato di Parigi dell’aprile ’51 cui sarebbe seguito il Trattato di Roma, firmato il 25 marzo ’57, che diede vita alla Comunità Economica Europea (CEE). Schuman partiva certamente da un fattore economico strategico ma lo fondava su una base ideale e politica affermando che la fusione delle produzioni di...

Continue reading

Covid-19: responsabilità, anche penale, del datore di lavoro. La circolare della Procura della Repubblica di Genova.

La responsabilità, anche penale, del datore di lavoro per contagio da Covid-19 è uno dei profili più importanti e pratici della nuova normativa emergenziale e così pure gli aspetti, anch’essi di potenziale rilevanza penale, connessi agli obblighi da parte di tutti gli operatori economici, ivi comprese PMI, microimprese e professionisti, di dotare le proprie strutture operative dei presidi protettivi ( e delle procedure) imposte da detta nuova normativa. Quanto al primo aspetto,su cui non mi soffermo qui in dettagli e di cui abbiamo già scritto, mi limito a sottolineare alcuni fondamentali profili: L’art. 42 comma 2 del DL 18/2020, convertito in...

Continue reading

Emergenza sanitaria, garanzie costituzionali e sistema giudiziario.

Nessuno sembra in grado di fare previsioni attendibili ma almeno due o tre cose sono certe: l’emergenza sanitaria non durerà in eterno, torneremo per fasi ad una nuova forma stabile di “normalità”, le procedure democratiche e costituzionali da noi conosciute per oltre 70 anni potranno essere influenzate, anche nel futuro, dal modo e dalle forme di azione istituzionale che abbiamo seguito e stiamo seguendo in queste fasi, 1 e 2, in attesa della fase 3. Non si tratta di aderire a metodologie argomentative demagogiche o massimaliste che, specie in circostanze così serie, debbono essere respinte con fermezza. Si tratta di mantenere aperto...

Continue reading

L’Europa è adesso. A partire dalla nuova disciplina approvata il 19 marzo dalla Commissione UE che rivoluziona la materia degli Aiuti di Stato a sostegno dell’economia degli Stati membri.

Qualche sforzo per capire le criticità europee che si manifestano con estrema chiarezza in questa fase, dobbiamo farlo anche noi con molto realismo e lucidità. Per l’Italia, e non solo per l’Europa, è un’occasione imperdibile e l’emergenza che viviamo non permette ulteriori rinvii. E’ il momento delle decisioni storiche, quelle che richiedono visione strategica e che segnano i decenni a venire. Innanzitutto provate a immaginare il caso in cui l’Italia possa trovarsi a gestire, da sola e contemporaneamente, la fase della ripartenza e l’uscita dall’Euro (e dall’Europa?) ed immaginate che una tale tempesta perfetta possa sia gestita da un Governo sovranista guidato...

Continue reading

Per chi suona la campana? L’Europa è adesso.

L’Europa è nata dagli orrori della seconda guerra mondiale, provocati dall’uomo. Sognata da intellettuali visionari, Mazzini fu tra questi, Spinelli, Colorni, Hirschman e Rossi razionalizzarono il sogno, grandi leader europei le dettero vita: Adenauer, Schuman, Delors, De Gasperi. Morti senza eredi? Ricostruire sistemi economici distrutti e valori di civiltà devastati oltre ogni limite fu l’obiettivo. L’economia non era l’unico scopo, non poteva esserlo in un sistema basato sulla fiducia reciproca che, inesorabilmente, ne costituisce il fondamento come anche i più freddi economisti insegnano. Le aspettative creano realtà (Keynes), anche nella dimensione poco romantica del denaro. La prima guerra mondiale del terzo millennio è in...

Continue reading

Il diritto penale al tempo del “corona virus”.

Premessa. La storia del diritto del penale e quella dei fenomeni epidemici si sono incrociate molte volte e continuano, purtroppo, ad incrociarsi anche oggi. Si pensi a quanto è avvenuto a Milano nel 1630, quando la peste imperversava nella città lombarda e già le autorità cittadine istruivano un processo penale (ovviamente, inquisitorio) per scoprire, far confessare i presunti colpevoli del contagio ed, infine, eseguire la loro condanna a morte (v. la “Storia della colonna infame” di Alessandro Manzoni, ma anche “La fabbrica della peste” di Franco Cordero). Dopo 390 anni, la ricerca del cosiddetto “paziente zero” di Codogno sembra un po’...

Continue reading

Schengen, l’Europa e…i nostri concittadini residenti che intendono tornare in Italia.

L’accordo Schengen nasce nel giugno 1985 e si completa con la Convenzione firmata il 19 giugno 1990 entrata in vigore nel 1995. Dal 1999 questo insieme normativo, inizialmente di diritto internazionale tra i 5 Paesi europei sottoscrittori (Belgio,Francia,Germania,Lussemburgo e Paesi Bassi), è stato integrato nel diritto UE ed è parte importante della legislazione euro unitaria. Oggi 22 Paesi Membri vi hanno aderito , oltre ad altri 4 Paesi non Membri(Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera). Inghilterra e Irlanda non ne sono mai state parte. Detto questo, e rimanendo all’essenziale prima di arrivare al punto, è importantissimo avere chiaro che questo accordo, in condizioni ordinarie...

Continue reading